Sessualità, non si finisce mai d’imparare

Nel sesso non si finisce mai d’imparare e proprio per questo motivo l’educazione sessuale (in taluni casi è meglio parlare di vera e propria istruzione sessuale), non dovrebbe essere fatta solo in adolescenza ma dovrebbe continuare per tutta la vita. In effetti pensandoci la cosa è ovvia: come per tutte le cose, le varie fasi di vita che viviamo ci portano a confrontarci in maniera diversa con le varie situazioni della vita, anche con la sessualità. Non si può pensare di vivere alla stessa maniera la sessualità dell’adolescenza e della senescenza, ad esempio.

Sessualità, non si finisce mai dimparare

Nel sesso non si finisce mai d'imparare

Quindi anche in età adulta, le conoscenze sessuali possono essere migliorate attraverso un programma di istruzione specifico (in inglese viene definito Sexdrive), una maniera per scoprire come dare e ricevere piacere, esplorare ogni possibile sfumatura del sesso e della sessualità, magari inventando nuovi scenari erotici per ogni amante.

Ma dove trovare queste informazioni?!? C’è chi pensa che il filone pornografico femminile possa essere per alcuni aspetti educativo (ad esempio quello di Erika Lust), perché pensato in maniera differente rispetto a quello fallocentrico maschile; altri magari potrebbero imparare dall’esperienza del proprio partner esperto (un po’ come Virgilio per Dante nell’inferno); altri magari potrebbero ritenere utili leggere libri sulla sessualità (ti interessano libri sulla sessualità, clicca qui per saperne di più).

Sessualità, non si finisce mai dimparare

Erika Lust e la pornografia femminile

Molti potrebbero essere interessati ad incontri o Festival sulla sessualità. Ad esempio, Xplore “il festival dell’arte della lussuria” che dopo Vienna, Berlino e Sidney, arriva anche a Roma, dal 29 giugno al 1 luglio. Cosa succederà in questi giorni? Ovviamente ci saranno performance erotiche e concerti, ma cosa più importante laboratori sulla sessualità. L’obiettivo sarà quello di approfondire tematiche particolari, imparare nuove tecniche per dare e ricevere piacere, acquisire certezze e nuove capacità da sfruttare nei momenti passionali.

Questi incontri dove esplorare nuove tematiche sulla sessualità potrebbero essere utili ma forse bisogna vere una base minima di conoscenza pregressa sulla quale sviluppare la propria identità sessuale e le passioni nascoste. Lanciarsi in qualcosa che non si conosce affatto senza un minimo di conoscenza può peggiorare la situazione.

Voi che ne pensate?!?Utili o no?

Ecco i contatti dell’evento  Xplore:

Xplore Roma 2012 – Il Festival sull’Arte della Lussuria

29 e 30 giugno, 1° luglio 2012 @ Disco Club Alien (ex Bòeme)

www.roma.xplore-festival.com

Questa voce è stata pubblicata in Orgasmi e Orgasmi, Sessualità: Le false credenze e l’atteggiamento mentale e contrassegnata con Erika Lust, sessualità di coppia, sessualità femminile, Sexdrive. Contrassegna il permalink.