Se ti sbadiglia vuol dire che le piaci…

Quando il vostro compagno/a sbadiglia cosa pensate? La risposta è spontanea ed è “Noia”.

Tutti siamo abituati ad associare lo sbadiglio alla noia, ma alcuni studiosi potrebbero capovolgere quest’idea e sovvertire alcuni luoghi comuni anche nell’ambito sessuale. Infatti, secondo alcuni ricercatori (ritrovatisi alla Conferenza Internazionale dello Sbadiglio, presso Parigi), lo sbadiglio potrebbe essere una manifestazione fisiologica dell’attrazione sessuale verso qualcuno.

Se ti sbadiglia vuol dire che le piaci...

Lo sbadiglio rivela una voglia di sesso?!?

Mettiamo le cose in chiaro: lo sbadiglio è un atto molto più complesso di quello che si possa pensare. Ad esempio, gli studiosi ritengono che sbadigliare possa indicare diverse emozioni, non solo il disinteresse ma anche l’interesse, uno stato di stress e di fame, un bisogno di aria e anche una voglia sessuale. Ovviamente, non è facile distinguere tra le varie cose e quindi l’equivoco è sempre dietro l’angolo.

Considerate poi che le persone sbadigliano in media 240mila volte durante una vita media, è chiaro che non tutti gli sbadigli sottendono una voglia sessuale. L’idea che il sesso abbia delle attinenze con l’azione di sbadigliare è nata al ricercatore tedesco Wolter Seuntjens che riferisce come molti pazienti di sessuologi affermino di sbadigliare durante i preliminari o l’atto sessuale.

Se ti sbadiglia vuol dire che le piaci...

Il ricercatore tedesco Wolter Seuntjens

Questa presunta scoperta non è stata confermata da nessuno studio scientifico, anche perché gli studiosi ancora non sanno dare una spiegazione scientifica certa allo sbadiglio stesso.

Quindi di fronte ad una bella donna o un uomo affascinante che vi sbadiglia non siate così certi che stia pensando a come portarvi a letto.

Questa voce è stata pubblicata in Sessualità: Le false credenze e l’atteggiamento mentale e contrassegnata con sbadiglio, sesso, sessualità di coppia, sessualità femminile, sessualità maschile, Wolter Seuntjens. Contrassegna il permalink.