Le tempistiche sessuali influenzano l’”Amore Eterno”?!?

Una ricerca della Cornell University,  pubblicata sul ‘Journal of Marriage and Family’, afferma che rimandare “la prima volta” sarebbe il segreto per l’amore eterno. Il sesso al primo incontro o dopo pochi appuntamenti potrebbe influenzare le donne in maniera negativa rispetto ad una relazione duratura.

Le tempistiche sessuali influenzano lAmore Eterno?!?

Può l'"Amore Eterno" essere influenzato da quando si fa sesso la prima volta?!?

Perché succederebbe questo? A cosa sarebbe dovuto? Alla sensibilità femminile e alla qualità della relazione che ogni donna ricerca.

Secondo la ricerca, il sesso prematrimoniale, specie se fatto al primo o dopo pochi appuntamenti, mina la possibile durata del rapporto, quindi essere troppo frettolosi può causare la rottura del rapporto.

E quale sarebbe la soluzione? Ovvio, l’astinenza sino al grande giorno (il matrimonio).

Un lungo corteggiamento permette di capire e comprendere la reale compatibilità fisica ed emozionale della coppia. Chi attende prima di avere rapporti sessuali (ad esempio, sino a 6 mesi) ha riportato livelli di soddisfazione, intimità ed impegno maggiori rispetto a chi ha “consumato” velocemente nel primo mese di relazione.

Nello studio sono stati analizzati i dati di 600 coppie.

  • In 1 caso su 3 il primo rapporto sessuale è avvenuto prima della scadenza del primo mese,
  • mentre il 28% del campione ha atteso più di sei mesi.

I punteggi sulla qualità della relazione, dell’impegno, dell’intimità e della soddisfazione sessuale sono stati migliori per quelle donne che hanno aspettato almeno un mese prima di “concedersi”. Lo stesso dato si è riscontrato negli uomini anche se con differenze inferiori. Probabilmente, questa differenza è dovuta alla diversa sensibilità della donna, più propensa a valutare un insieme di fattori più ampio rispetto agli uomini, quando si parla di rapporti.

La ricerca mette in evidenza alcuni fattori interessanti, evidenziando per chi ne avesse ancora bisogno come le relazioni, ma più nello specifico la sessualità, siano visti in maniera differente dall’universo femminile e maschile. Questa differenza si vede anche nel modo di raggiungere l’orgasmo:

  • l’uomo è molto più veloce e preferisce che le attenzioni femminili siano riservate alle sue zone genitali;
  • mentre la donna, pur essendo ben contenta della stimolazione genitale, ha bisogno di essere “riscaldata” in maniera alternativa, con una serie di preliminari incentrati su tutti i 5 sensi.

Spesso, la non conoscenza o l’inconsapevolezza di tutto questo porta alla mancata soddisfazione sessuale della donna (volete evitare tutto questo, cliccate qui e scoprite come fare), quindi ogni uomo dovrebbe ben sapere di cosa tratta la sessualità femminile.

Per quanto riguarda i risultati della ricerca, ovviamente non bisogna prendere tutto alla lettera o come verità assoluta. Molte coppie si sono giurate amore eterno (mantenendo per decenni la promessa) pur avendo fatto nel primo mese l’Amore o magari anche al primo incontro. Certamente lo studio mette nuovamente in evidenza come vi sia un enorme differenza tra l’universo sessuale femminile e maschile.

Questa voce è stata pubblicata in Sessualità: Le false credenze e l’atteggiamento mentale e contrassegnata con Amore Eterno, sesso, sessualità di coppia, sessualità femminile, sessualità maschile. Contrassegna il permalink.