Eiaculazione femminile o Squirting: quando la donna eiacula

Lo chiamano Squirting, in altri termini quel fenomeno noto come Eiaculazione femminile. Legato all’orgasmo di ogni donna (per la fortunata che lo raggiunge) desta molta curiosità nelle donne (e non solo in loro) e anche molte domande.

Eiaculazione femminile o Squirting: quando la donna eiacula

Lo squirting o l'Eiaculazione Femminile

  • Ma di cosa stiamo parlando? Alcune donne dicono di averlo provato altre no: lo squirting è l’emissione di un liquido trasparente legato all’orgasmo femminile, un fenomeno che si accompagna quasi sempre al piacere femminile, specie attraverso la stimolazione vaginale.
  • Ma in cosa consiste? Molti la descrivono come un’espulsione attraverso l’uretra di una secrezione inodore e incolore, provocata dalle contrazioni dell’orgasmo. Il liquido è prodotto dalle ghiandole puriuretrali o di Skene (una sorta di prostata del piacere femminile) che si trova vicino al punto G. La scienza però ancora non dispone di risposte certe a riguardo. Lo squirting risulta essere un argomento ancora misterioso, sul quale vi sono ancora tabù ma su cui si scatenano molte curiosità…
  • Molti si chiedono se tutte le donne possano vivere un fenomeno di squirting. A priori tutte le donne dispongono di una prostata femminile e hanno la capacità fisiologica di eiaculare. Ma quello che determina la possibile eiaculazione o meno è il percorso sessuale e la pratica che si ha in questo. In più non tutte le donne producono la stessa quantità di liquido e quindi vi potrebbe essere eiaculazione senza che ce ne si accorga.
  • Altra domanda molto comune sull’argomento è se si possa imparare a farlo, lo squirting. La risposta è si: ci sono buone possibilità anche se specie nella sessualità non si può pensare di essere tutti uguali, fissarsi e considerare il piacere come una cosa da raggiungere a tutti i costi. E poi non bisogna crearsi problemi se non si riesce, vorrà dire che non si è ancora scoperta questa capacità.
  • A cosa serve l’Eiaculazione precoce? Dal punto di vista biologico pare non serva a nulla, non è indispensabile per il buon funzionamento della via sessuale e neanche per il raggiungimento dell’orgasmo. I vantaggi in termini di piacere sono nello scoprire ed esprimere nuove potenzialità del corpo. Una sorta di curiosità sessuale che sviluppa possibilità più ampie di sensazioni erotiche. Non sarà solo l’eiaculazione a creare qualcosa di nuovo ma tutti i mezzi che proverete per riuscirci. Quello che conta, utilizzando una metafora non è la destinazione quella che conta ma il viaggio che si fa per raggiungerla. In questa maniera avrete una crescita esponenziale del vostro piacere.

Per raggiungere punte di piacere intense non serve allenare solo il corpo ma bisogna avere un atteggiamento predisposto verso nuove e intense sensazioni. Bisogna ricercare uno stato mentale favorevole al piacere, molte donne pensano di non avere un potenziale sessuale. In realtà non è così, un grande potenziale è già presente in ogni donna, bisogna solo risvegliarlo, con serenità e senza ansia. Non serve cercare di provare piacere ad ogni costo, è meglio attendere che le cose avvengano in maniera naturale. Più ci si ostina a ricercare qualcosa, più probabile che non lo si raggiunga mai.

Eiaculazione femminile o Squirting: quando la donna eiacula

L'orgasmo è il miglior momento per stimolare il punto G e avere un fenomeno di Squirting

Ovviamente, avere una buona tonicità fisica della muscolatura pubococcigea aiuta a raggiungere l’eiaculazione. Per fare questo bisogna praticare ogni giorno gli esercizi dell’Amore, i famosi esercizi Kegel, che consistono nel contrarre e rilassare la muscolatura vaginale (volete saperne di più sugli esercizi Kegel, clicca qui). Inoltre, per aiutare l’eiaculazione femminile bisogna imparare a stimolare nella maniera corretta la zona del punto G (per saperne di più, clicca qui). In prims bisogna localizzare la zona, che dovrebbe essere sulla parete anteriore della vagina, c’è una porzione che risulta un po’ rugosa e in rilievo.

  • Un piccolo consiglio: questa zona va stimolata quando la donna è sufficientemente eccitata, altrimenti potrebbe rivelarsi anche fastidiosa.

Il piacere vaginale risiede nella scelta del momento in cui la donna desidera essere penetrata. Bisogna essere sufficientemente eccitati. Una volta che la donna sarà giustamente eccitata, Il punto G può essere stimolato con le dita o attraverso il pene con una posizione sessuale. In entrambi i casi, si può chiedere all’uomo di essere stimolate con le dita o di utilizzare determinate posizioni sessuali (clicca qui per saperne di più sulla Posizione Salva-orgasmo)

Ma come si fa a eiaculare? Non esiste un metodo preciso, ma un suggerimento potrebbe essere : una volta raggiunto il punto culminante, i muscoli della donna si contraggono violentemente (o debolmente se non si ha una buona tonicità della zona), in quel momento la donna potrebbe sentire un bisogno di spingere, come se  volesse espellere qualcosa o bloccare dentro qualcosa. In quel momento si può bloccare la respirazione e spingere. Potrebbe essere un modo per eiaculare, se non funziona riprovate ad ogni orgasmo.

Ovviamente, il punto G può essere stimolato sia con le dita che attraverso il coito. Tutto sta nel scegliere le posizioni che favoriscano questo tipo di stimolazione e i movimenti che portano il pene a sfregare sulla parete anteriore della vagina (per conoscere le posizioni sessuali migliori, clicca qui). Le migliori posizioni sessuali per il piacere vaginale sono quelle della cavaliera all’indietro (lei sopra, con la schiena inclinata), oppure il missionario ad angolo retto, dove le gambe della donna sono piegate e l’uomo è in ginocchio.

Anche alcune posizioni in piedi o da dietro possono essere adatte, seguendo alcuni suggerimenti. La sessualità femminile merita alcuni accorgimenti e conoscenze, vuoi saperne di più clicca qui…

Questa voce è stata pubblicata in Orgasmi e Orgasmi, Sessualità: Le false credenze e l’atteggiamento mentale e contrassegnata con eiaculazione femminile, sessualità femminile, squirting. Contrassegna il permalink.