Cibi Afrodisiaci: Sveliamo il podio dei primi tre

Sentiamo spesso parlare di cibi afrodisiaci, c’è chi ci crede chi un po’ meno. Adesso la scienza ci viene in soccorso, sembrerebbe infatti che alcuni cibi siano effettivamente capaci di migliorare le prestazioni sessuali. In particolare si tratterebbe di una radice, una spezia e una sostanza estratta da un albero in Africa.

Cibi Afrodisiaci: Sveliamo il podio dei primi treDiscutere sulla reale o meno efficacia dei cibi afrodisiaci è un passatempo che accomuna più generazioni. C’è chi crede che per il sesso perfetto esista il menù perfetto, e c’è chi continua a ripetere che non esiste nulla dal punto di vista scientifico e tutto sarebbe dovuto ad un effetto placebo.

Cibi Afrodisiaci: Sveliamo il podio dei primi treQuesta volta però a dare conferma sul potere afrodisiaco dei cibi arriva uno studio scientifico o per meglio dire una revisione di una serie di centinaia di studi fatta su afrodisiaci naturali eseguita da un’équipe di ricercatori dell’Università di Guelph (Canada) diretti da Massimo Marcone, docente del Dipartimento di scienze degli alimenti dell’ateneo nordamericano. Questa revisione è la più approfondita mai fatta sino ad oggi. Di certo se confermata, sarebbe positivo per chi fa uso di farmaci per potenziare le proprie prestazioni sessuali, meglio mangiare cibi afrodisiaci che riempirsi di farmaci.

Ma vediamo un po’ quale sarebbe questo podio dei cibi afrodisiaci:

  1. Al primo posto, ci sarebbe il ginseng, già noto per altri effetti benefici sull’organismo.
  2. Al secondo posto, lo zafferano, spezia dell’incredibile potenza aromatica.
  3. Terzo posto per la misteriosa Yohimbina, una sostanza estratta dagli alberi yohimbe (Afica Occidentale).

Cade quindi il mito del cioccolato, come più importante cibo afrodisiaco, a riguardo Il Dott. Marcone afferma:  “Può essere che alcune persone sentano un effetto provocato da alcuni ingredienti nel cioccolato, soprattutto feniletilamina, che può influenzare i livelli di serotonina ed endorfine nel cervello”, dice Marcone. Quanto all’alcol, se da un lato aumenta l’eccitazione sessuale, d’altra parte insidia la performance. E ancora: noce moscata, chiodi di garofano, aglio, zenzero e ambra grigia sono tra le sostanze legate ad un aumento del comportamento sessuale negli animali molto gettonate dagli esseri umani. Nel caso dell’uomo, però, gli scienziati invitano alla cautela. “Attualmente, non ci sono prove sufficienti per sostenere l’ampio uso di queste sostanze come afrodisiaci efficaci”, conclude Marcone. Non si tratta, però, di una bocciatura: “Servono ulteriori studi clinici, per comprenderne meglio gli effetti sull’uomo“.

Ovviamente per quanto siate trasportati e per quanto cibo afrodisiaco abbiate mangiato, non dimenticate di utilizzare il preservativo (magari al cioccolato). Se cerchi il preservativo adatto a tutte le tue esigenze, clicca su www.comodo.it

Alcune Info di questo articolo sono tratti da: Libero.it

Questa voce è stata pubblicata in Prodotti per il piacere sessuale femminile e non solo... e contrassegnata con cibi afrodisiaci, ginseng, Yohimbina, zafferano. Contrassegna il permalink.