Orgasmo femminile: Cinque novità per raggiungerlo

Quanto si sarà scritto sull’orgasmo femminile, sino ad oggi? Litri e litri d’inchiostro, migliaia di battute su tastiere digitali e non. Ma le parole non sono mai abbastanza e le novità all’ordine del giorno.

Orgasmo femminile: Cinque novità per raggiungerlo

L’unica cosa certa è che l’orgasmo femminile fa parte della salute sessuale di ogni donna, ogni donna deve pretenderlo e imparare a concederselo. Per molte diviene solo un miraggio a causa dei più svariati problemi (spesso anche per incapacità personale o del compagno, per risolvere il problema clicca qui), ma ci sono piccoli consigli che possono aumentare la possibilità di raggiungere l’orgasmo. Eccone cinque:

  1. Il preservativo non pregiudica la qualità dell’orgasmo: le donne hanno la stessa probabilità di provare l’orgasmo con e senza preservativo. In realtà, ci sono alcuni preservativi che possono aiutare l’orgasmo femminile come quelli stimolanti o quelli ritardanti (vuoi preservativi ritardanti e stimolanti per il tuo piacere, clicca qui).
  2. L’orgasmo femminile migliora con l’età: ricerche dimostrerebbero che con l’età migliorerebbe il rapporto con l’orgasmo femminile. Ad esempio, mentre il 61 per cento delle donne di età compresa tra i 18-24 anni ha avuto un orgasmo una volta ogni 25 rapporti, il 65 per cento delle donne tra i 30 e i 40 anni e circa il 70 per cento delle donne tra i 40 ei 50 anni ha un orgasmo ogni 5 rapporti. Si può pensare che le donne con l’età divengano più esperte sessualmente, poiché assumono maggiore consapevolezza dei loro mezzi e del loro corpo.
  3. Mescolare le cose nel sesso aiuta ad avere orgasmi più frequenti: mescolare atti sessuali differenti aiuta la donna a raggiungere l’orgasmo. Ad esempio, il sesso vaginale più il sesso orale danno una maggiore probabilità di orgasmo diretto, rispetto ad uno solo di essi.
  4. Alcune volte, l’orgasmo può avvenire senza stimolazione genitale: quasi come leggende metropolitane, si sente parlare di donne che raggiungono l’orgasmo mentre sono sedute su di un treno o durante un massaggio, non ultimo l’orgasmo durante le sedute in palestra (clicca qui per saperne di più). Ma c’è una spiegazione logica del perché ciò accade. La ragione di orgasmi spontanei durante alcune attività è duplice: – aumento del flusso di sangue ai genitali – le vibrazioni o il contatto delle gambe con il clitoride. L’aumento del flusso sanguigno e il relax di un massaggio, generalmente possono portare a raggiungere l’orgasmo anche più volte, in un breve lasso di tempo.
  5. Meglio trovare il vostro Punto G: conoscete il Punto G? Avete mai trovato il vostro? Tanti studiosi hanno parlato di questo “pulsante del piacere femminile”, ma l’argomento è controverso. Infatti, quest’anno alcuni ricercatori inglesi hanno smentito l’esistenza del Punto G, mentre altri ricercatori italiani ritengono di averlo “finalmente scovato” grazie agli ultrasuoni, pubblicando i loro risultati sul Journal of Sexual Medicine. Detto questo, molti famosi educatori sessuali continuano ad incoraggiare le donne a trovare il loro Punto G. Sebbene la posizione possa essere leggermente diversa da donna a donna, nella maggior parte dei casi esso si trova all’interno della vagina ed è caratterizzato da un tessuto ruvido.

Conosci la posizione salva-orgasmo della tua donna?!? Clicca qui e scoprila

Questa voce è stata pubblicata in Orgasmi e Orgasmi e contrassegnata con orgasmo femminile, sessualità femminile. Contrassegna il permalink.